Natale sostenibile per l’78% degli italiani

Quest’anno la spesa natalizia sarà all’insegna della sostenibilità ambientale per il 78% degli italiani. La maggioranza degli italiani sembra infatti preferire solo piatti preparati con l’acquisto di prodotti alimentari sostenibili per la tavola dei giorni di festa. Tra i motivi di questa scelta, il 36% afferma di considerare i benefici per la propria salute, mentre il 23% dichiara di voler contribuire al benessere degli animali. Lo ha scoperto lo studio European Food Responsibility Study, realizzato da Ibm e Morning Consult, sulle scelte e i comportamenti di consumo durante le ricorrenze di fine anno. Si tratta di un’analisi che ha coinvolto Italia, Spagna e Regno Unito, ed è stata finalizzata a rilevare il grado di conoscenza, le abitudini e la sensibilità dei consumatori in materia ambientale e alimentare.

Un carrello della spesa attento alla provenienza degli alimenti

Per quanto riguarda il carrello della spesa degli italiani, secondo la ricerca l’88% tende a porre maggiore attenzione alla provenienza degli alimenti, in particolare per quanto riguarda l’origine etica e responsabile. Gli analisti segnalano ancora che il 63% dei consumatori non si lascia scoraggiare da un innalzamento dei prezzi di acquisto, se questi sono indice di una provenienza responsabile del cibo, riporta una notizia Ansa.

No allo spreco alimentare, si alla tracciabilità con la blockchain

Alta è anche l’attenzione per il tema degli sprechi alimentari (75%) con un 53% che ha affermato di prediligere l’acquisto presso catene della distribuzione che adottano iniziative volte a ridurre lo spreco alimentare. Tra i prodotti che renderebbero più probabile l’acquisto di un articolo ci sono quelli con le etichette biologiche o non Ogm. Ma la ricerca rileva anche l’attenzione dei consumatori verso la tracciabilità, con 9 intervistati su 10 che ritengono molto o relativamente prezioso disporre di alimenti tracciabili attraverso la blockchain.

Un albero vero e non in plastica salvaguarda il suolo

Relativamente alla salvaguardia del suolo più dell’80% dei consumatori ha espresso ”preoccupazione per il degrado del suolo”, e tre quarti degli intervistati hanno dichiarato di essere disponibili a pagare di più per prodotti alimentari coltivati in terreni sostenibili. A Natale, ricorda inoltre Confagricoltura, acquistare alberi veri, quelli naturali e non in plastica, ”è una scelta sostenibile perché fa bene all’ambiente, alla salute ed è di sostegno ai comparti florovivaistico e boschivo, essenziali per l’economia nazionale. Gli abeti, di varietà pregiate come il rosso o il bianco – continua Confagricoltura – provengono da coltivazioni specializzate o da cime derivanti da potature o sfoltimenti, indispensabili per la salute dei boschi”.

Condividi articoloShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin